Quando cala la notte

Un fiore basta
27 Maggio, 2016
Come scegliere il tuo slip.
27 Giugno, 2016

intimo-da-notte-brasiliano

Abbigliamento intimo per “quando cala la notte”

Anche in fatto di intimo notturno, la moda ci mette di fronte a diverse scelte: camicia da notte, pigiama, babydoll, camicia oversize del vostro lui oppure qualche goccia di Chanel numero 5? Qualunque sia il vostro abbigliamento preferito, non dimenticate mai quel pizzico di sensualità che sarà apprezzata da chi divide il letto con voi, ma che aumenterà la vostra autostima, anche in caso siate sole.

Diciamo la verità: dormire è una delle cose più belle nella vita, ma anche tutto il suo contorno (prepararsi, mettersi a letto, abbracciare chi vi ama e altro ancora…) è da sempre molto piacevole.

Qui, vogliamo soffermarci sulla preparazione, cioè sull’abbigliamento più adatto alla notte.

Sicuramente, alcune di voi, molto temerarie, ameranno dormire nude: diciamo temerarie, perché, pur essendo molto sexy, la nudità non scalda e può essere difficile dormire bene in certe condizioni.

Immaginiamo comunque che la maggior parte di voi preferisca indossare qualcosa.

Cominciamo con un grande classico: la camicia da notte. Quelle in seta sono da sempre estremamente sexy: nere o di colori tenui, mettono in risalto la vostra femminilità con quel tocco vedo/non vedo davvero molto eccitante. Di contro, anche in questo caso, la seta scalda pochino, per cui se siete freddolose evitate almeno quelle con spacchi troppo profondi, che tendono a “salire”. Vi sconsigliamo anche eventuali merletti o le stecche, che si rivelano scomodissimi per dormire e possono lasciare segni sul corpo.

Il babydoll ha un fascino retrò che, in fondo, non è passato mai di moda. In raso e colori preferibilmente pastello, è un’altra arma di seduzione davvero potente. Molto importante, in questo caso, è la scelta della sua lunghezza: ricordate che deve seguire la vostra silhouette e slanciare le gambe, per cui misuratelo per valutare se vi valorizza oppure no.

E che dire del pigiama? Anche lui ha il suo perché. Certo, se non dormite sole è meglio evitare quelli di flanella o di pile, magari con disegno “da boscaiolo”, ma se optate per la seta, nel taglio classico, maschile, l’effetto sarà molto interessante. Inoltre, il pigiama è comodo, non stringe, non segna e tiene caldo.

In alternativa, potreste provare a indossare una sua camicia, magari senza nulla sotto… Un paio di bottoni slacciati, le maniche arrotolate giusto un pochino, la lunghezza adatta per coprire quanto basta e il gioco è fatto!

Ricordate sempre, comunque, che le prime a dover stare comode e a essere a proprio agio siete voi, per cui se la microfibra o il cotone sono per voi i tessuti confort, allora non esitate a mettervi stesse al primo posto. Mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *